RSS

Monti: Il consenso è proporzionale al numero di suicidi.

29 Mar

Il Gran Maestro degli Assassini al Governo, oggi ha partorito un’altra chicca degna di menzione.

Dall’alto della sua infinita, ma soprattutto ingiustificata spocchia, ci ha fatto sapere che la riforma del lavoro va avanti, perché il suo Clan- pardon – Governo, a differenza dei partiti, gode di ottimi sondaggi.

Il premier Monti dovrebbe ricordare che non si diventa presidenti del consiglio a colpi di sondaggio, né parimenti si giustifica un Colpo di Stato con un paio di sondaggi.

Nel sistema democratico, che è sballato perché comunque pretende di distribuire poteri che non ha il diritto di avere, comunque non basta che uno si svegli la mattina dicendo che è forte nei sondaggi, per poter governare. Neppure se per ipotesi, si è comprato tutte le agenzie di sondaggi e i vari organi di propaganda.

In ogni caso, è evidente che il consenso per Mario Monti si misura in suicidi. La popolazione italiana è talmente  contenta e portatrice di consenso, che si sta velocemente suicidando. Quella parte che non è emigrata.

Nell’ultimo anno sono ben 4000 i suicidi per problemi economici.  Problemi economici di varia natura: Governo ed Equitalia. Il Governo, con le sue leggi “ammazza economia” che ti impediscono di lavorare, ed Equitalia, che provvede a spolpare le già misere riserve degli italiani per portarli alla disperazione ed al suicidio.

Ormai è un bollettino di guerra.

Oggi si è dato fuoco a Bologna un muratore 58enne.

Il 21 marzo a Bari un 29enne si è suicidato impiccandosi.

Il 27 è toccato ad un imbianchino di Trani

E via discorrendo con il negoziante in crisi a Ginosa, due ragazzi a Scorrano. Per tacere dell’inizio anno dove in un giorno solo si sono suicidate quattro persone.

Potrei continuare per ore.

E’ evidente che il signor Monti ritiene il consenso proporzionale al numero di suicidi. O ci sta prendendo per il culo. Scegliete voi.

Speriamo almeno che da consenso non si passi a plebiscito. Sarebbe una ecatombe.

Faccio notare timidamente che in Italia il numero di “morti bianche” è all’incirca 600 l’anno. Il numero di suicidi causa “Repubblica Italiana” invece è 4000. Eppure guarda un pò abbiamo istituito una tonnellata di leggi che hanno permesso all’economia di deprimersi rendendo impossibile la produzione (e quindi indirettamente aumentando il numero di morti da “Repubblica Italiana), mentre neppure una che impedisca alla “Repubblica Italiana” di strangolare i suoi cittadini.

Avrei preferito IO, ma sono certo anche loro, che morissero mentre guadagnavano i soldi per le loro famiglie e per i loro bambini, piuttosto che vederli morire per asfissia lavorativa indotta dallo Stato. Piuttosto che doversi arrendere all’evidenza che in Italia è quasi impossibile mantenere una famiglia e far crescere i propri figli.

Perché Morire lavorando per  qualcosa che si ama è una morte degna di un Uomo.  Suicidarsi a causa dell’inedia è roba da campi di concentramento. Da uomini ridotti a bestie da immondi carcerieri. E se esiste un Dio o un Karma, qualcuno dovrà pagare per tutto questo.

Annunci
 

Tag: , , , , ,

17 risposte a “Monti: Il consenso è proporzionale al numero di suicidi.

  1. FP

    29 marzo 2012 at 12:02

    Giuseppe si è arreso, dandosi fuoco davanti all’Agenzia delle Entrate!

    Questi imbecilli al governo ancora non hanno capito la gravità della situazione?
    Nessuno ha pietà per questa persona?

    Io non condivido il gesto di Giuseppe perchè uccidersi per loro non vale proprio la pena, ma comunque comprendo che una persona esasperata che ha perso la speranza può arrivare a questo genere di azioni. Quindi lo abbraccio e lo affido alla misericordia di Gesù, il Dio dell’amore che è morto per la nostra libertà.
    Questo gesto grida vendetta e impone l’obbligo morale della disobbedienza e del sabotaggio delle leggi assurde e ingiuste.

    “Voi siete stati riscattati a prezzo; non diventate schiavi degli uomini.” 1Corinzi 7:23

    “A me la vendetta!” Dice il Signore. “O SIGNORE, contendi contro i miei avversari,
    combatti contro quelli che mi combattono.” Signore, non tardare!

     
  2. rerummearumfragmenta

    29 marzo 2012 at 12:05

    Bel post. Ti linko da me 🙂

     
  3. rerummearumfragmenta

    29 marzo 2012 at 12:15

    Orribile quello smile sorridente del mio commento precedente, assolutamente fuori luogo con il tenore del post. Chiedo scusa, è scappato da un copia-incolla e dalla mia distrazione

     
  4. libertyfighter

    29 marzo 2012 at 14:29

    Ehh
    Non preoccuparti. Qui si fa caso ai fatti, non alle faccine colorate. Non è la tua faccina che ha ucciso questa gente e non sarà la tua faccina a mancargli di rispetto!

     
  5. libertyfighter

    29 marzo 2012 at 14:33

    @FP
    “Io non condivido il gesto di Giuseppe perchè uccidersi per loro non vale proprio la pena, ma comunque comprendo che una persona esasperata che ha perso la speranza può arrivare a questo genere di azioni. ”

    Difatti una prece per questi poveri disperati. SE avete deciso di farla finita, perché invece che darvi fuoco da soli non vi portate al creatore con voi qualche politico o qualche membro di Equitalia?

     
  6. FP

    29 marzo 2012 at 18:35

    è esattamente ciò che tutti hanno pensato ma che nessuno dice per paura di essere perseguito per istigazione a compiere un reato….

     
  7. libertyfighter

    29 marzo 2012 at 18:48

    L’ipocrisia non mi è mai piaciuta.

     
  8. FP

    29 marzo 2012 at 18:57

    BORSA GIU’ SPREAD SU’! QUANDO ARRIVEREMO A 500 PUNTI? PRIMA O DOPO L’ESTATE?

    Monti ha detto che quasi quasi se ne va visto che il Paese non sembra preparato a fare le riforme. Ma il vero motivo non è l’ostacolo sulll’articolo 18, cosa che potrebbe agevolmente risolvere con un decreto. Ma il problema vero è il dato allarmantissimo sulla recessione, che nei fatti è ben oltre quello stimato “prudenzialmente” dall’ISTAT.
    Monti cerca una via di fuga spostando l’attenzione sull’argomento che divide di più, facendo in modo che litighino e si arrivi alla crisi di governo. Così Monti se ne andrà da eroe incompreso e i colpevoli saranno gli altri fessi dei politici che l’hanno chiamato autodefinendosi incapaci.
    In realtà il notro scaltro e vanesio professore del Minchigan ha ben compreso la gravità del suo fallimento. L’aumento delle tasse è stato subito bruciato dalla diminuizione del PIL.
    In attesa di uno ennesimo e stanco sciopero generale da parte dei sindacati, assistiamo allo sciopero ad oltranza delle partite IVA, che hanno dimostrato silenziosamente di non gradire affatto questa congrega di inutili professori del dio-stato.
    E anche i mercati sentono puzza di bruciato: è per la recessione e non tanto per l’articolo 18 che lo spread è tornato a salire. Monti sa bene che lo spread è ritornato fuori controllo, non ostante il suo genuflettersi a pecorina elemosinando il sostegno colonialista di Pechino.
    A questo punto è bene che Monti rimanga qualche mese, diciamo fino a giugno, quando arriverà l’IMU, così ci spiegherà non da eroe ma da coglione come mai oltre alle tasse, ci ritroveremo nuovamente un altissimo spread. Voglio vedere la faccia incazzata di quei fessi che gli hanno dato fiducia, quella specie di consenso rassegnato di chi non vede altra alternativa che questo salvatore della patria, magari i pensionati che hanno spaccato il salvadanaio per racimolare i soldi dell’IMU da devolvere alla nazione, come le fedi d’oro donate a Mussolini; ebbene voglio vedere anche la loro faccia, comunisti o berlusconiani che siano.
    E voi cosa pensate? Prima o dopo l’estate?

     
  9. libertyfighter

    29 marzo 2012 at 20:44

    Sono dell’opinione che l’IMU farà scatenare l’inferno.

     
    • Borderline Keroro

      2 aprile 2012 at 21:37

      Convinto, eh?
      Anch’io ho qualche sospetto al riguardo.
      Una cosa però mi balena in mente: i nostri politici di carriera, quelli, non si suicidano mai.
      E sì che ne abbiamo un buon numero, statisticamente ogni tanto… macché, niente da fare.
      Se cadono in depressione sanno come farsela passare. La scaricano su di noi.
      Un saluto a tutti.

       
  10. estrosofanciullo

    31 marzo 2012 at 16:37

    Ho letto con attenzione il tuo post.
    Il problema dei suicidi e’ oramai chiaro, troppi i casi per non trovare una correlazione tra la difficile situazione del paese e la disperazione di chi non ce la fa piu’.
    Pero’ mi sembra troppo semplicistico addossare la colpa a QUESTO governo. O quantomeno solo a questo governo, in carica da troppo poco tempo. Le cause andrebbero ricercate piu’ indietro nel tempo. Magari quando dici che questo e’ solo l’inizio pero’ posso essere d’accordo con te.

     
    • Fp

      31 marzo 2012 at 17:54

      Certo che dobbiamo addossare le colpe Monti. Certo! Che vogliamo fare, vogliamo riesumare Berlinguer? Oppure vogliamo dire che e’ colpa della società? Oppure che e il sistema ad essere sbagliato?
      Magari e’ anche colpa mia vero?
      Povero genio incompreso, ma certo e’ ancora presto, facciamo che ce lo metta in quel posto fino alla goduria piu’ totale!
      Ma fammi il piacere tu e Monti, compreso Berlusca, Bersani Casini e tutti gli ignoranti e pezzi di cioccolata che l’hanno chiamato.
      Secondo te mancavano le alternative? Secondo te la riduzione dello spread dipende piu’ dalla manovra Draghi o dalla manovra Monti?
      Secondo te non sarebbe stata possibile una svolta libertaria? Certo che sarebbe stata possibile ma non la vogliono perché a loro interessano i propri tornaconti, prima di tutto il loro potere. Peggio per loro. Ancora non hanno capito che prima o poi la pagheranno.

       
  11. libertyfighter

    31 marzo 2012 at 18:11

    Ciao Estrosofanciullo. Le colpe della situazione italiana sono ovviamente stratificate e vanno da chi ha scritto la Costituzione, fino a Monti. Ma il fatto che le colpe siano stratificate, non significa che si disperdano. Ognuno deve prendersi le sue. E Monti, pur essendo in carica da “troppo poco tempo”, ha fatto un numero sufficiente di porcate per uccidere definitivamente il malato che le colpe stratificate avevano fatto ammalare. In pratica, se la benzina e il gasolio sono a due euro, gran parte della colpa è di Monti che ha decretato l’aumento tassatorio di ufficio di 10 e 15 centesimi. Il cambio di mentalità nella riscossione tributaria, va addossato lo stesso a Monti, che ha cominciato con cortina, con le astruse pubblicità contro l’evasore e sta facendo una campagna fuori dal normale e fuori dal buonsenso. La recessione è dovuta alla coscienza degli aumenti che i prodi banchieri ci hanno imposto. Il colpo finale, quando ogni singola famiglia dovrà sborsare 1000 -1200 euro di IMU assieme ai mutui che già hanno, è da imputare ugualmente a Monti, perché la tassa sulla prima casa, prima non c’era. Poi certo, abbiamo avuto uno spread inferiore al normale per qualche mese, ma sinceramente… sticazzi dello spread.

     
  12. uno-che-non-parla-per-dare-aria-alla-bocca-come-sembrano-fare-tutti-qui

    26 maggio 2012 at 13:09

    dai ragazzi, su…
    http://notizie.tiscali.it/articoli/cronaca/12/05/11/suicidi_istat_no_allarmismo.html

    ps: “sticazzi dello spread”…povero imbecille…

     
  13. FP

    28 maggio 2012 at 10:36

    Le statstiche di Tiscali me le sbatto sui cogloni!
    Anche perchè vengono da snistra…
    Dimmi caro, quando mai in italia era successo che la gente si desse fuoco di fronte all’Agenzia delle Entrate?
    Per te va bene così? Ok, “te l’appoggio”, pagale tu le tangenti a questi vigliacchi!

     
  14. libertyfighter

    28 maggio 2012 at 12:00

    unochenoparla….
    1) Ti ho mai detto che nel 2009 in Italia c’era un boom dei suicidi??? Hai mai sentito che nel 2009 in Italia ci si dava fuoco davanti all’agenzia delle entrate?
    E allora cosa stracazzo me ne sbatte di una statistica sui dati di 3 anni fa?

    2) A parte postare il solito articolo a cazzo di cane, quale sarebbe la tua idea? La seguente?

    “Anche prima gli italiani si davano fuoco davanti ad equitalia, o si barricavano negli uffici degli stessi con una pistola, o lanciavano molotov e bombe. C’è sempre stato questo, solo che soltanto adesso i giornali ne parlano. Io stesso mi ricordo che nel 2001 si usava il sabato sera darsi fuoco davanti all’agenzia delle entrate, solo che poi non finiva sul giornale”

    3) Suicidi per la crisi / Suicidi a causa dello Stato.
    Sono due cose differenti. C’è chi si suicida perché l’impresa non gli va bene per normali motivi di mercato, c’è invece chi si suicida per cartella esattoriale o per fallimento dovuto a crediti con lo Stato.
    Se fai una statistica contando i primi, lo fai perché cerchi di annegare il numero dei SECONDI (che in un paese civile dovrebbero essere rigorosamente 0), nella più grande casistica dei primi.
    Quindi prima di venire qui a pontificare e pubblicare sondaggi del cazzo, tra l’altro di regime (ISTAT), portami una statistica di quanti imprenditori si suicidano a causa dello STATO e non genericamente “per motivi economici”. La statistica generica “per motivi economici”, usala come massaggiatore anale.

    4) “Rischio emulazione” Il rischio emulazione nel caso di suicidi fa ridere i bambini. Tutte le persone anelano al suicidio e c’è bisogno di qualcuno che dia loro una idea. Certe affermazioni danno veramente il senso dello squallore intellettuale italiano.

    5) “sticazzi dello spread”. Rinnovo, e lo dico a voce alta STI CAZZI DELLO SPREAD.
    Lo spread esiste perché qualcuno si è ARROGATO IL DIRITTO di indebitare me, te, i nostri genitori e i nostri figli. Questo diritto io non l’ho mai concesso né mai lo concederò, indi per cui il problema dello spread non mi tocca, non mi deve toccare e sono solo cazzi di chi lo ha fatto e di chi ha deciso che lo Stato ha il DIRITTO di indebitare lui medesimo. Se lo pensa, paghi il debito.

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: