RSS

Vai con la crescita!!!! Tassano pure gli animali domestici!

18 Mag

Sanno solo tassare. Veramente non sanno far altro che inventare nuove tasse.

E’ di oggi la fantastica notizia che il PDL, quello che una volta era per “meno tasse, per tutti”, ha in dirittura di arrivo una proposta di legge per tassare pure gli animali domestici. Cani e gatti. Ma è qualcosa di straordinario, di veramente straordinario, nella sua tragicità.

Andiamo a leggere:

“I comuni possono deliberare, con proprio regolamento, l’istituzione di una tariffa comunale al cui pagamento sono tenuti i proprietari di cani e gatti e destinata al finanziamento di iniziative di prevenzione e contrasto del randagismo“, si legge nel testo della proposta di legge.

Fortunatamente è a discrezione comunale, quindi immagino che i comuni piccoli non la adotteranno per evitare il linciaggio cittadino. Verranno fregati i cittadini delle grandi città.

La commissione ha completato l’esame del provvedimento e ora il testo è alle altre commissioni competenti per i pareri e dunque potrebbe presto approdare in Aula. Durante l’iter è stato anche approvato un emendamento dell’Idv che esonera dalla tassa “i cittadini che hanno adottato un cane o un gatto in una struttura comunale”.

Questo ci dice che se la tua bambina ha adottato un micino randagio, sperduto sotto la pioggia e te lo porta a casa, stile pubblicità storica della Barilla, il gattino lo devi cacciare, altrimenti ci paghi la tassa. L’ indomani porterai la tua bambina al canile municipale, passando a fianco al cadavere del gattino schiacciato da una delle (sempre più rare) macchine. Tua figlia ovviamente piangerà e ti odierà. Quando arriverà al canile non troverà nessun gattino bello come quello e non ne vorrà nessuno. Risultato: 1 gatto morto, 0 gatti adottati, tua figlia incazzata con te. Idillio Barilla rovinato e la pasta scotta del giorno prima ti è pure rimasta sullo stomaco.

Il provvedimento (Norme in materia di animali d’affezione e di prevenzione del randagismo e tutela dell’incolumità pubblica) aveva iniziato il suo iter nell’aprile 2009 a partire da una proposta di legge di due deputate del Pdl, Jole Santelli e Fiorella Rubino Ceccacci. L’esame è stato completato lo scorso 6 marzo.

Scrivete: PDL, deputata Jole Santelli e deputata Fiorella Rubino Ceccacci.  A futura memoria, comunque ricordando che poi l’hanno pure votata tutti gli altri.

È composto di 39 articoli e prevede, tra l’altro, la creazione di un’anagrafe degli animali d’affezione, l’obbligo di segnalare se si trova un animale ferito al servizio veterinario pubblico che deve prontamente intervenire o ancora i cimiteri per gli animali d’affezione.

Una anagrafe degli animali d’affezione. Ci serviva giusto un’altro pò di spesa pubblica. Trovo che sia un fantastico metodo per accelerare la crescita del Paese. D’altra parte sono convinti che aumentare la spesa pubblica provochi crescita (Keynes). Così dopo i camminatori Palermitani, abbiamo pure quelli che censiscono cani e gatti.Beh certo, tanto poi per competere con le nazioni dove invece la gente lavora ci basta avere il prestatore di ultima istanza no? Certo, per far pagare al lavoratore Tedesco l’anagrafista degli animali. Poi si stupiscono che la Merkel gli faccia il dito medio…..

L’obbligo di segnalare se si trova un animale ferito al servizio veterinario pubblico, che deve prontamente intervenire….

L’obbligo di segnalazione è simpatico. Come si pretende di applicare una cosa simile?

Immagino già una possibile scena:

Carabiniere:  Signore: sul ciglio della strada c’è un gatto ferito  che lei non può aver visto. Perché non lo ha segnalato al veterinario? Mi tocca multarla (ma va?)

Signore:  Ma che dice! Quando sono passato stava benissimo.

Carabiniere: Non è vero è lì da venti minuti!

Signore: E lei perché non ha chiamato il servizio veterinario?

Carabiniere: ….

Il servizio veterinario pubblico che deve prontamente intervenire…

Altra scenetta:

Signore: Pronto, servizio pubblico veterinario? Ho trovato un cane moribondo a bordo strada, qui a Casalincontrada.

Veterinario: Guardi siamo a 30 Km di base operativa e adesso il veterinario si trova fuori perché hanno investito un cane a Cepagatti. Poi c’è il gattino con la zampa rotta a Moscufo… In serata forse passiamo.

Signore: Ok, e io che faccio?

Veterinario: Beh, non lo muova assolutamente e lo tenga al caldo nell’attesa (3 ore)

Signore: Ora che ci penso, mi sa che è morto, è tutto inutile.

Veterinario: Eh già, mi sa anche a me che è morto.

Infine abbiamo pure i cimiteri di affezione! Dovremo comprare a spese folli pure i loculi per i cani e i gatti! In compenso avremo un altro paio di lavori intelligenti ed utili: i guardiani pubblici dei cimiteri degli animali di affezione. Tanto poi facciamo gli EuroBond e ce li paga la Merkel.

I Comuni sono tenuti a una serie di compiti per la prevenzione e il contrasto del randagismo tra cui “incentivi per l’adozione degli animali, prestazioni medico-veterinarie di base erogate da medici veterinari liberi professionisti in regime di convenzione con i comuni, piani di controllo delle nascite con sterilizzazioni”.

Ci danno gli incentivi per permetterci di adottare animali, allo scopo poi di poterci tassare perché ce li abbiamo. Senza l’emendamento dell’ IDV questo punto sarebbe stato veramente allucinante. Adesso ci sarebbe in teoria la via di fuga di adottare l’animale dal canile municipale tramite incentivo, evitando di pagare poi la tassa. Però l’emendamento sparirà nel giro di due finanziarie.

Ed è a questi fini che l’amministrazione comunale può istituire la nuova tassa. Sul provvedimento la commissione Finanze ha chiesto una relazione tecnica del governo per le coperture. In commissione, secondo quanto riportano i bollettini parlamentari, ieri il sottosegretario all’Economia Gianfranco Polillo, ha detto di “concordare in linea di principio con l’istituzione di una nuova tassa sugli animali domestici”.

Beh, da un esponente del governo ovviamente non mi aspetto altro che, in linea di principio, concordare con l’istituzione di qualsiasi nuova tassa.

Il risultato di questo provvedimento di legge sarà che nel giro di un paio di generazioni di animali da compagnia cadranno in disuso. Molti verranno ammazzati e dichiarati scomparsi.. “ehhh questi vanno alla ricerca delle femmine… che vuoi farci?”. In compenso ci rimarranno i cimiteri per gli animali domestici con relativi custodi e relative spese di manutenzione.. (ovviamente uno per comune, perché se poi pretendi che uno faccia 30 Km a 2 euro al litro per andare a seppellire un gatto, e poi magari pure per portargli i saluti periodicamente..). Avendo annusato che aria tirava sugli animali in Italia, io per fortuna non ho animali da compagnia, che altrimenti, oggi stesso, prima dell’anagrafe, avrei dovuto provvedere a sopprimere e buttare nel Tevere. E mi sarebbe dispiaciuto dire al mio ipotetico gatto: scusami, ma non posso mantenerti e dovrei lasciarti libero. Però i politici hanno deciso che non hai diritto a vivere libero, quindi mi tocca a malincuore sopprimerti.

Io dico: ma non basta ancora? Ma il cervello è diventato un inutile orpello? Ma quand’è che in Italia riprendiamo a ragionare?

Annunci
 
4 commenti

Pubblicato da su 18 maggio 2012 in animali, cronaca, politica, tasse

 

Tag: , , , , ,

4 risposte a “Vai con la crescita!!!! Tassano pure gli animali domestici!

  1. Borderline Keroro

    18 maggio 2012 at 20:20

    Le due signore firmatarie della legge secondo me sono delle cretine assolute.
    Prevedo, a causa di una norma così imbecille, un AUMENTO di cani e gatti abbandonati.
    Pensavo peraltro di comprarmi, quale animale d’affezione, un cobra reale.
    Venissero pure a tassarmelo.

     
  2. Sav

    19 maggio 2012 at 09:41

    “Il risultato di questo provvedimento di legge sarà che nel giro di un paio di generazioni di animali da compagnia cadranno in disuso”
    Di questo passo gli animali da compagnia entreranno ben presto a far parte della nostra dieta, cucinati, ovviamente, con quello stile e quella creatività tutta italiana che il mondo intero ci invidia…

     
  3. michela

    8 febbraio 2013 at 21:51

    bello!cosi ci saranno + animali abbandonati !che schifo di politica!!!mi vergogno di questi politici ma quando mpareremo a ribellarci !

     
  4. libertyfighter

    9 febbraio 2013 at 15:16

    Finché accetteremo che un gruppo di persone può avere il potere di legiferare a piacimento, questi saranno i risultati cara Michela. Il problema è il Potere in sé, non tanto gli uomini che lo rappresentano. NON DEVE ESSERE POSSIBILE legiferare su tutto lo scibile umano.

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: