RSS

Monti sempre più nel ridicolo

08 Gen

In Italia non c’è limite al ridicolo. Nella politica italiana non c’è limite al ridicolo. Il più ridicolo di tutti è però un professore, “prestato” alla politica. Sarebbe meglio dire “venduto” alla politica, in quanto ha ricevuto in cambio un vitalizio di 25 Keuri per mese, non dimentichiamolo.

Sto ovviamente parlando di Mr Bocconi-Bildenberg Mario Monti, il quale esterna nuovamente il suo pensiero irrazionale, come già  aveva fatto esattamente un anno fa. Deve essere il periodo dell’epifania che ha strani effetti sulle capacità logiche del fu-premier. Magari lo fosse, significherebbe che il resto dell’anno dice cose sensate. A me non sembra.

Sono stato costretto ad aumentare le tasse perché sono salito su un treno che stava deragliando verso il precipizio.Ora siamo in una condizione migliore, di poter guardare ad una prospettiva di riduzione delle tasse

Non mi pare che AUMENTARE LA VELOCITA’ sia stata la manovra più opportuna da fare. A me risulta che:

il PIL mentre il treno stava deragliando era più alto.

la disoccupazione, mentre il treno stava deragliando, era più bassa.

il debito pubblico mentre il treno deragliava era più basso.

il rapporto debito/PIL era ovviamente migliore mentre il treno deragliava.

il livello di esazione fiscale era più basso mentre il treno deragliava.

il valore patrimoniale delle case italiane, era più alto mentre il treno deragliava.

lo spread ha fatto su e giù per tutto il suo governo, scendendo in picchiata dopo che se ne è andato, fornendo un ulteriore indizio che le cose, senza governi, vanno meglio.

Così, tanto per dire dottor Monti.

Allora mi domando, cos’è quel quibus in più, non quantificabile perché non quantificato, che nonostante tutti gli indici in peggioramento rispetto ad un anno fa, avrebbe reso la sua azione un freno al deragliamento? La “sobrietà istituzionale?”   Ma va da via el ..

Alcuni irresponsabili avevano portato il Paese a una situazione grave», ora «il Paese è salvo»,

Gli irresponsabili le han lasciato un treno in corsa verso il baratro e lei ha pensato bene di spingercelo dentro, adesso le condizioni le vede differenti, non perché l’abbia salvato, ma perché é in caduta libera. Nel baratro.

per ridurre «di parecchio le tasse occorre ridurre la spesa pubblica, tagliando strutture inutili», osserva Monti. «Occorre ridurre gradualmente le tasse»

Toh… Ma allora l’acqua calda la scoprono pure i Bocconiani, perbacco. Sta roba qua, noi la si diceva da tempo. Non si passava il tempo ad ordire nuove tasse e nuovi regolamenti. Noi dicevamo esattamente quello che c’era da fare, mentre Lei Monti, razziava a mani basse nei sudati risparmi e nelle capitalizzazioni degli italiani.

In questi lidi veramente, già ci si era annoiati ad analizzare il suo programma di “governo” (io userei la parola genocidio) oltre un anno fa.

Sapevamo già tutto, il suo fallimento, l’unico obbiettivo l’aumento della tassazione, la sua faccia di tolla. A noi però, nessuno dona un vitalizio di 25KEuro con la predica “Vai e fai più cazzate possibile”. A noi.

è necessaria una spallata dei cittadini non con la rabbia, la protesta, ma scegliendo chi non avendo legami con le organizzazioni che bloccano il Paese sia disposto a mobilitarsi

Tipo, le banche, la Goldman Sachs, o il gruppo Bildenberg?

Patetico anche il pezzo in cui scarica la paternità dell’IMU sulla comunità europea.

La comunità europea sono lustri che ci intima di mettere a posto il sistema carcerario. Dove il 42% (CIOE’ CIRCA UNO SI E UNO NO) dei detenuti è in attesa di giudizio.

La comunità europea peraltro, sono anni che ci intima di pagare le multe per le  quote latte.

La comunità europea ci intima di effettuare i pagamenti alle imprese entro tempi ragionevoli.

In mezzo a tutto questo ambaradam di sanzioni, multe dichiarazioni, la comunità europea ci dà delle:

“raccomandazioni sulla necessità di ridurre il trattamento fiscale favorevole per le abitazioni”

E lui che fa il buon vecchio Zio Monty? Guarda un pò ignora duemiladuecentocinquantacinque risoluzioni della comunità europea per accogliere le raccomandazioni che riguardano, sfortuna volle, proprio l’esproprio della proprietà immobiliare italiana.

Ma che sfiga Signore Iddio. Poteva casualmente raccogliere le raccomandazioni sulla necessità di adeguare gli stipendi dei politici al resto d’Europa, ma per imperscrutabili ragioni, il Fato baro ha scelto la casa dei sudditi.

 

 

Annunci
 
2 commenti

Pubblicato da su 8 gennaio 2013 in cronaca, politica, tasse

 

Tag: , , , , , ,

2 risposte a “Monti sempre più nel ridicolo

  1. theselbmann

    9 gennaio 2013 at 11:48

     
  2. Borderline Keroro (@BorderKeroro)

    12 gennaio 2013 at 04:03

    Liberty, che siamo nella merda lo sapevamo da anni.
    Poi è arrivato Monti a fare pure l’onda.

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: