RSS

Ruby si ribella: sconcertanti dichiarazioni

04 Apr

 

Le dichiarazioni di Ruby fuori dal tribunale di Milano sono qualcosa di sconcertante.

Sconcertante perché ciò che ha detto non può essere assolutamente considerato falso. Nessuno va a fare una dichiarazione pubblica del genere riempendola di frottole. Si rischiano figure di merda in mondovisione e oceani di denunce.

Se dobbiamo quindi credere alle sue dichiarazioni, scopriamo l’ovvio, ovvero che non è mai andata a letto con Berlusconi, ma scopriamo molto di più il meno ovvio.

Per esempio che esisteva un passaporto con scritto  Mubarak. Vero o falso che fosse.

Per esempio un processo con una parte lesa che non si dichiara tale, che per precauzione non viene sentita nel processo.  Atipico, molto atipico, per certi versi inquietante  e kafkiano.

Oppure che gli interrogatori vengono comunemente svolti promettendo aiuti in cambio di dichiarazioni. Molto Molto Molto inquietante.

O ancora che certi interrogatori vengono verbalizzati, altri no. Alcuni controfirmati, altri no (inventati di sana pianta ??).

Che in RAI pagano 3000 euro un tizio per inventarsi storie su altre persone spacciandosi per fidanzato.

Che i giornalisti in Italia sono abilitati a mentire.

Insomma, che la magistratura e il giornalismo in Italia siano da denuncia al tribunale dell’Aia per i crimini contro l’umanità è ormai più che un fondato sospetto. E’ imperativo ed urgente, al pari delle riforme economiche, che l’Italia si doti di un sistema giudiziario che sia efficiente e rispettoso del Capitale in senso austriaco delle persone: vita, soldi, patrimonio, tempo.

 

Annunci
 
9 commenti

Pubblicato da su 4 aprile 2013 in cronaca, giornali, magistratura, politica

 

Tag: , , , , ,

9 risposte a “Ruby si ribella: sconcertanti dichiarazioni

  1. Borderline Keroro

    6 aprile 2013 at 20:37

    non concordo su questa frase: ” E’ imperativo ed urgente, al pari delle riforme economiche, che l’Italia si doti di un sistema giudiziario che sia efficiente e rispettoso del Capitale in senso austriaco delle persone: vita, soldi, patrimonio, tempo” (cit.)
    perché non è al pari delle riforme economiche, ma addirittura più urgente.
    La magistratura italiana è da azzerare, perché ormai non si ha più alcuna certezza del diritto. Delinquenti lasciati liberi e persone per bene incriminate. Giorni fa due casi circa identici di ladri beccati sul fatto e presi a revolverate. In entrambi i casi i feriti si sono rivolti al giudice per chiedere un risarcimento. Nel primo caso il giudice ha sentenziato che il ladro aveva ragione.
    Nel secondo gli ha semplicemente detto che se fosse restato a casa sua anziché andare a rubare in giro probabilmente nessuno gli avrebbe sparato. Ovviamente il primo giudice era italiota, il secondo inglese.
    Poi, diciamocelo, togliere i sussidi ai giornali è cosa assolutamente necessaria.

     
  2. libertyfighter

    7 aprile 2013 at 10:38

    Vangelo anche il tuo.

     
  3. pierino60

    9 aprile 2013 at 19:47

    Sei sicuro che credere a tutto ciò che dice Ruby sia il modo migliore per difendere le sacrosante battaglie sulla giustizia?
    In fondo anch’io se avessi intascato da Berlusconi tutti i soldi che ha preso Ruby, giurerei sulla tua testa qualsiasi cosa.
    Ma se avessi una figlia che frequenta le feste eleganti di un vecchio ricco facendosi pagare come ha detto la Minetti 60mila euro a serata ( dopo aver lavorato in locali di LAP DANCE di provincia ) qualche grattacapo mi verrebbe, forse sono un vecchio conservatore retrogrado.
    Insomma certe cose possono benissimo essere lecite e non penalmente non punibili, io non punirei nemmeno gli spacciatori di droghe, figurarsi i papponi e i puttanieri, ma da qui a credere alla minchiata della nipote di Mubarak e alla assoluta buonafede di gente come la sua amica Polanco nella casa della quale hanno trovato 12 kg di cocaina, ne corre, io penso che nessuna persona dotata di un minimo di cervello si potrebbe bere una simile stupidaggine.
    Forse il terrore che si possano perdere i voti di qualche bigotto di provincia ammettendo che uno a casa sua può portarsi a letto pagando decine di ragazzine a notte tirando coca come un aspirapolvere annebbia leggermente il buonsenso dei militanti di partito, ma secondo me è un argomento molto più serio.

     
  4. libertyfighter

    10 aprile 2013 at 07:52

    Tutto ciò che ha dichiarato nel comunicato è vero per costruzione. Altrimenti sarebbero piovute denunce penali sulla sua testolina. In generale in un comunicato del genere si dicono solo cose strettamente vere, perché il tuo discorso viene registrato, smontato ed analizzato. Se non fosse vero che alcuni interrogatori non li ha firmati, la procura di Milano avrebbe già aperto un fascicolo per diffamazione o similia rendo l’idea?
    Quindi io non devo credere “a tutto ciò che dice” Ruby. Sono semplicemente certo che quello che ha detto in questa protesta è tutto vero e reale. Almeno nei racconti dei fatti. Sui giudizi di valore di Ruby non posso certo metter bocca.
    Per quanto riguarda invece il fatto che non si sia scopata il Berlusca, ci credo perfettamente. E se anche non ci credessi, lei è la “vittima” e non ho mai visto magistrati tentare di far vincere una causa ad una presunta vittima mentre lei ripete da principio che non lo è.

     
  5. pierino60

    10 aprile 2013 at 17:51

    Ignorare le leggi del paese in cui si vive può essere inevitabile in uno stato borbonico-paramafioso come l’Italia, ma è poco raccomandabile, la frase “Se non fosse vero che alcuni interrogatori non li ha firmati, la procura di Milano avrebbe già aperto un fascicolo per diffamazione” è un esempio di grossolana ignoranza del diritto penale italiano.
    In Italia, a differenza che in altri stati meno MAFIOSI il reato di ingiuria e di diffamazione come descritti dal 594 CP e dal 595 CP considerano assolutamente irrilevante il fatto che l’offesa alla reputazione di una persona sia relativa a fatti vero o falsi.
    Non lo sapevi?

     
  6. libertyfighter

    10 aprile 2013 at 20:36

    Non lo sapevo, ma lo trovo sensato, in Italia.
    Comunque non cambia il senso della mia risposta, chi fa una cosa del genere sa che le proprie dichiarazioni verranno vivisezionate, quindi non si mette a sparare cazzate.

     
  7. Nicola

    22 aprile 2013 at 11:01

    Mi piace molto questo blog, ma non capisco e non accetto la difesa a spada tratta di Berlusconi.
    E la cosa la si nota in vari articoli.
    Non è possibile che chi si professa liberale possa solamente pensare di appoggiare Berlusconi, forse il più grande illiberale che la storia repubblicana ricordi.
    Ovviamente non sto entrando nel merito della vicenda Ruby, ma è una cosa che volevo precisarti da tempo.
    Comunque continuerò a leggerti volentieri, in altri discorsi mi trovo (quasi) sempre perfettamente d’accordo con te.

     
  8. libertyfighter

    22 aprile 2013 at 19:37

    Nicola. Io sono TANTO liberale.
    A me il PDL e quindi Berlusconi, non piace perché poco liberale.
    Però nel momento in cui, e sempre ammesso che, votare abbia un senso, non puoi scegliere “il Liberale” tout court. Ti trovi a scegliere tra due o tre proposte politiche.
    Nell’ultima elezione ad esempio, avevamo 3 “proposte” politiche.

    Quella del PD
    Quella dei M5S
    Quella del PDL

    Quale di queste è MENO LONTANA da una idea liberale?

    Una idea liberale professa meno stato, meno tasse meno burocrazia.
    Sono più o meno le parole del PDL, che poi NON ATTUA SIAMO D’ACCORDO.

    Le proposte del PD sono invece DIRIGISTE e a favore di aumenti di tassazione.

    Non è il PDL a girare prima delle elezioni dicendo:
    “Io sono affezionato all’idea di una Patrimoniale” -cit. Bersani
    Non è il PDL ad allearsi con Vendola il quale sulla patrimoniale e sulla tassa sulle transazioni finanziarie ottiene addirittura orgasmi multipli.

    Non è mai stato il PDL a dire “Le tasse sono bellissime” e non è mai stato il PDL a fare propaganda contro gli “evasori fiscali” che sarebbero il problema di questo paese. Non il fisco, gli evasori fiscali.

    Il PDL e Berlusconi hanno sempre DETTO (magari non hanno mai fatto) che chi evade lo fa per difesa da un fisco assassino, cosa semplicemente vera, mentre gli altri (il PD) ha sempre detto che PRIMA PAGHI E MUORI, poi quando il governo avrà tempo, se avrà tempo, si occuperà della pressione fiscale.
    Ma che a te non è concesso evadere il fisco per sopravvivere come azienda.

    Quindi, tra il PD e il PDL, posto che NESSUNO DEI DUE è liberale come piace a me (tipo Ron Paul, o quantomeno la Tatcher), non posso fare a meno di SCHIFARE MOLTO DI PIU’ il branco di socialisti convinti che esce dal PD.
    La terza opzione che ci è stata data è il M5S
    Le idee economiche dei grillini sono idee economiche proprie di autistici completamente al di fuori della realtà e, tra le altre cose, assomigliano un pò troppo alle idee veterocomuniste.

    Che cagata sarebbe il “reddito di cittadinanza”??
    E l’acqua pubblica, cosa cazzo ha a che fare con dei liberali??
    E le altre minchiate cosmiche sul solare e le energie alternative?
    E nazionalizzare le banche a cosa cazzo servirebbe in ottica liberale??
    E la moneta farlocca più farlocca dell’Euro, tipo bitcoin o altre cagate simili, ma veramente devo starle a sentire o posso evitare?

    Di liberale Grillo ha solo l’Antipolitica, ma vuol sostituirla con qualcosa che NON E’ LIBERALE, ma sostanzialmente da DEMOCRAZIA POPOLARE, con una democrazia diretta che comunque ha tutto il potere che vuole e che quindi non è altro che socialismo.
    Prova ne è che si intendono molto bene con Vendola e che gran parte di costoro era pronta a fare una bella alleanza con il PD, FAMOSO portatore di idee liberali.

    Io non difendo Berlusconi e il PDL perché mi piacciano, ma perché sono quanto di meno socialista c’è nel panorama italiano. Poi se finalmente si candidasse un partito di estremisti liberali, appoggerei senza dubbio loro e non il PDL.

    Ma se secondo te dovrei appoggiare IDEE politiche e economiche del cazzo come quelle del PD
    o del M5S solo perché Berlusconi sta antipatico come uomo, come persona o nel modo di amministrare il partito o le sue aziende, qui si sbaglia strada.

    Se l’unico a dire cose liberali fosse Totò Riina, io appoggerei quest’ultimo e non un Bersani qualsiasi. Neanche se a professare le idee di Bersani ci fosse Madre Teresa di Calcutta.
    Questo perché a me interessano le idee e l’effetto che avranno sulla mia vita e su quella degli altri.
    Non mi taglio i coglioni scaraventandomi in un inferno socialista di tipo venezuelano perché quelli che propongono idee migliori sono governati da uno stronzo, ammesso che stronzo sia.
    Diciamo anzi che, in un frangente simile, non mi fregherebbe nulla di sapere se è stronzo o meno.

    Io voto le idee, non le persone. SE POI LE IDEE SONO UGUALI, allora passo alle persone.

    Non è il caso italiano. Su tre grandi partiti solo uno ha ALCUNE IDEE vagamente presentabili.
    Le idee di tutti gli altri hanno solo una possibile fine, se attuate: MORTE POVERTA’ E GUERRA.

    E non solo in materia strettamente economica, non capendo una cippa di prasseologia e azione umana, hanno idee sbagliate pure in altri campi: che significa difendere la magistratura italiana solo perché fa i processi a Berlusconi ? (Tra l’altro coi nostri soldi e pure perdendoli per lo più).

    Bisognerebbe sapere che lo stato di diritto (e la difesa della proprietà privata) sono prerequisito fondamentale per lo sviluppo e una magistratura del genere è incompatibile con la vita in società.
    Loro O non lo sanno, O non gliene frega nulla perché il loro scopo è attaccare Berlusconi.
    Se potessero non esiterebbero a far saltare due quartieri di Roma, pur di abbattere Berlusconi. I morti??? Sacrificati per il “bene comune” che in questo caso è abbattere Berlusconi.

    Prova ne è già l’appoggiare e difendere una magistratura che non funziona, perché i danni, oltre al Berlusca, li fanno a tutti noi che possiamo capitare nelle grinfie della stessa.
    Prova ulteriore è stata data adesso dal PD che ha dimostrato che l’Italia può pure andare ramengo piuttosto che prendere una decisione in comune col PDL. Per meri calcoli di partito siamo stati due mesi senza governo. Per meri calcoli di partito abbiamo fatto 6 elezioni di presidente della repubblica per poi rieleggere un 87 USCENTE che NON VOLEVA comunque ricandidarsi.

    Questa è gente SCARSISSIMA, senza alcuno scrupolo e, cosa ancora più importante CON IDEE PERNICIOSE; DANNOSISSIME E PERICOLOSISSIME.

    Quindi, togliendo i superlativi assoluti e usando solo quelli relativi:

    che parte dovrei difendere di più o criticare di meno? Fai candidare Ron Paul in Italia e ti giuro che smetto di difendere il PDL.
    Se l’alternativa è PD, SEL, M5S, al netto delle loro attuali idee di politica ed economia, credo proprio non ci sia discussione.

    Se poi si vuol decidere in base a concetti astratti tipo “credibilità internazionale”, o giudizi di valore personali, tipo se sia etico fare i festini o meno, o quante volte va a messa…

    O perfino su idee tipo “ha pagato la tangente per questo!!!”

    Ma che mi frega a me se le idee degli altri sono ficcarmi una scopa in culo per farmi ramazzare la stanza.
    Ma pagasse pure altre due tangenti ma mi togliesse questi stronzi dalle palle. E la scopa dal culo.

    Scusa il linguaggio colorito.-

     
    • Nicola

      1 maggio 2013 at 00:36

      Ciao, scusa ma leggo solo ora la tua risposta.
      Prometto che ti rispondero’ a breve, ho molte cose su cui appuntare!
      Ciao, un caro saluto.
      Nicola

       

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: