RSS

2013 The italian Golpe

03 Ago

In un paese normale, questo è il momento in cui si prendono i fucili e scoppia la rivolta armata. In un paese normale, l’omicidio politico del principale e unico leader della politica italiana porterebbe come conseguenza fiamme, fuoco, distruzione, colpi di mortaio e bombe per le strade.

Sinceramente mi aspettavo che il colpo di stato avvenisse sul caso Ruby. Che un ottuagenario col passato cancro alla prostata possa scoparsi una minorenne, nonostante che neghi lui, la vittima, la mamma la zia della vittima, il Papa, Obama e pure Putin, lo trovavo meno assurdo della teoria secondo cui l’unico politico votato dagli italiani negli ultimi venti anni evadesse 3 milioni di euro su oltre quattrocento versati. E per fare questa grandiosa operazione di “frode fiscale” ovviamente lavorasse in prima persona per una azienda di cui era solo ed esclusivamente azionista.

Puttanate. Prese per il culo. Stronzate che qualcuno pretende noi si debba accettare per forza, per un principio, altrettanto assurdo che “le sentenze si rispettano”. Principio che non è mai e poi mai esistito.

Nella storia del diritto, si rispettano le decisioni di organi nei quali si crede e ai quali si dia un briciolo di fiducia. Non esiste il rispetto per i folli, non esiste il rispetto per i matti, non esiste i rispetto tout court, solo perché qualcuno ha scritto da qualche parte che si debbano rispettare.

Di Re folli, di principi sanguinari, di tiranni assassini e omicidi ne è piena la storia umana, ne è pieno il mondo. Ceaucescu, Stalin, Hitler, Mao, Saddam Hussein.. Nessuno decisione di costoro veniva rispettata perché “le sentenze si rispettano”, ma semplicemente per l’uso della forza bruta.

Le sentenze, come dice la merda troglodita comunista di Epifani, si eseguono, con la forza, perché solo di forza si tratta. La decapitazione sommaria su un ceppo fuori da palazzo Chigi, o il teatrino del  processo pubblico maoista, con l’annichilimento di tutte le basi teoriche del diritto umano, pari sono.

Come scrissi nell’articolo precedente. Possono farlo, quindi lo fanno. Mao poteva farlo e lo faceva. Hitler e le SS potevano fare “equi processi” agli ebrei ad Auschwitz e lo facevano.

Che si tolga di mezzo politicamente il principale contribuente italiano tramite una ridicola accusa di frode fiscale, quando i vari Bersani, Occhetto, Andreotti, Prodi, Monti, e tutta l’altra cacca propinataci negli anni non ha versato un solo euro di contributo perché nullafacenti votati alla politica, è paradossale e pietoso.

Le guerre di potere ci sono sempre state, fanno parte della politica e della democrazia totalitaria. Stabilito che devono esistere persone sadiche e violente contro gli altri e stabilito che queste vanno anche osannate e rispettate col titolo di “onorevole” o “vostra grazia”, o “sua eccellenza”, è normale che la società diventa una gara a chi prima occupa quei posti in modo da quantomeno, evitare la violenza su se stessi.

Ma in un paese normale, le guerre di potere si fanno sottobanco. Nessuno dovrebbe avere il diritto di fare porcate alla luce del Sole. Se alla vigilia delle elezioni politiche venisse trucidato tutto un partito politico e il giorno dopo si andasse ugualmente ad elezioni, questo sarebbe fare porcate alla luce del Sole. Avrebbero senso le successive elezioni? Che sfoggio, che manifestazione di potere assoluto e irrispettoso è far finta di nulla e dichiarare valida la successiva tornata elettorale? Fai una strage, e un giudice si dimentica di scrivere le motivazioni e non vai in galera. Prendi a picconate tre persone, ma senti le voci? Fa nulla sei libero. Sei per caso il politico più votato degli ultimi 40 anni? La revoca del passaporto è pronta prima ancora che sia letta la sentenza.

Ma chi cazzo volete prendere per il culo? Ma pretendete che ci crediamo seriamente o vi basta una istituzionale leccata di culo?

Sento troiate uscire dalla bocca della migliore “cretinenzia” italiana.

“Non si metta a repentaglio il governo”  dice aterosclerosi Napolitano.

“Non cadiamo nel baratro istituzionale” dice un altro pirla sul corriere della sera.

In Italia è morto il diritto, è morto l’habeas corpus e siamo tutti alla mercé di qualunque cazzo di procuratore o giudice o amico di procuratore o di giudice che tragga vantaggio dall’inquisirci. Per qualsiasi cosa è dimostrato, non serve aver compiuto nulla, non servono le prove. Non ci sono giudici a Berlino.

Ci hanno dimostrato che siamo schiavi, pronti ad essere sacrificati sull’altare del loro culo flaccido. Quando avranno bisogno di soldi, li prenderanno da noi. Quando avranno bisogno di una casa, la prenderanno da noi. Quando avranno bisogno di scopare, si fotteranno le nostre mogli e le nostre figlie. Perché possono. E quindi lo faranno.

C’è l’obbligatorietà dell’azione penale no? C’è la procedura d’ufficio no? Ci sono i reati di diffamazione di spergiuro, di parola, di pensiero. C’è l’inferno fiscale. Sai tu quanto devi pagare di tasse? No, non lo sa nessuno. Fai silenzio e parla a bassa voce, se non dai fastidio ti lasciano sopravvivere. Altrimenti, domani cartella pazza e via la casa.

STICAZZI del baratro istituzionale. Fanculo la solidità delle istituzioni. Ma istituzioni de che? Cosa altro c’è da salvare in Italia se non il grasso culo di magistrati e politici, alle spese della gente che lavora e produce?

Quando un Paese non ha più lo stato di diritto, quando ogni cittadino può essere inquisito, indagato, condannato e privato di ogni libertà per il semplice capriccio di un potente (sia esso politico o in questo caso magistrato), quando vieni regolarmente spiato in ogni tua attività, quando ti svegli la mattina e non sai se hanno proibito di respirare, o se devi pagare una nuova tassa per pisciare. Quando sai che tutti gli sforzi, i risparmi di una vita possono essere vanificati dal primo orgasmo di potere di uno sconosciuto, magari con un cappello in testa o un mantellino particolare, scopri che il Paese non esiste più.

L’Italia è ormai un enorme, fetido lager nazista, in cui la magistratura passeggia sulle torri di guardia, e per gioco, ogni tanto prende un fucile e spara a qualcuno. Magari non a quello che sta violentando due donne, quello fa parte del circo, è divertente, dà un pò di pepe alla giornata. Gli innocenti son sempre più simpatici da colpire: poveri coglioni che hanno creduto che la vita onesta pagasse veramente.

Come ho spiegato nel post precedente, “posso, quindi faccio”, vi racconto il futuro in pochi punti:

  1. La magistratura ha dimostrato all’Italia di poter condannare senza prove e sulla base del nulla anche uomini potentissimi, figuratevi  cosa potrebbe, volendo, fare con voi lettori di questo blog.
  2. L’economia va male (per i motivi che sappiamo) e lo Stato ha bisogno di soldi. Di tanti soldi.
  3. Lo stipendio e la carriera dei magistrati sono dipendenti dal punto 2.

Ora, se unite i puntini, il futuro dovreste vederlo a chiare lettere dinanzi ai vostri occhi.

Le vie di uscita da questa situazione sono solo due. Io non ne vedo altre. La prima è appunto la rivoluzione armata, la guerra civile e lo spargimento di tanto sangue.

Una brutta strada, ma inevitabile se non si vuol vivere in una nuova nord corea: l’inazione e la sopportazione quando lo stato di diritto viene abolito sono controproducenti: il numero di morti che crea l’abolizione del diritto cresce esponenzialmente con il tempo.

La seconda, che vedo più realistica perché NON siamo un paese civile e perché il PDL è composto da una manica di dementi decoglionizzati, è la fuga. SCAPPARE dalla nuova nord corea europea.

Io vi confesso che ho paura. Ho paura per me, per i miei parenti, per gli amici, e per tutti quelli che conosco. Perfino per quegli amici un pò coglioni, e ce ne sono tanti, che stanno esultando come larve, martellandosi i coglioni perché hanno condannato Berlusconi. Nonostante in cambio di questo favore, gli abbiano tolto ogni diritto costituito.

Quando, nel corso delle vicende umane, diventa necessario per un Popolo sciogliere i legami politici che lo hanno vincolato ad un altro ed assumere il rango eguale e separato al quale le leggi di Natura e la natura di Dio gli danno diritto tra le potenze della Terra, il rispetto del giudizio del genere umano richiede che esso dichiari le ragioni che lo spingono alla separazione. Noi consideriamo le seguenti Verità evidenti di per sé: 

che tutti gli uomini sono creati eguali,

che essi sono stati dotati di alcuni diritti inalienabili dal loro Creatore,

che tra questi diritti ci sono la vita, la libertà e il perseguimento della felicità,

che per assicurare questi diritti sono istituite tra gli uomini delle forme di governo che traggono il loro giusto potere dal consenso di coloro che sono governati,    

Che ogniqualvolta una forma di governo diventa distruttiva di queste finalità è diritto del Popolo modificarla o abolirla ed istituire un nuovo governo, posando le sue fondamenta su tali principi ed organizzandone il potere nella forma che pare la migliore per realizzare la propria sicurezza e felicità.

 La prudenza, in verità, detta che governi in vigore da molto tempo non siano cambiati per motivi futili e passeggeri; e conformemente l’esperienza ha mostrato che il genere umano è più disposto a soffrire, finché i mali siano sopportabili, piuttosto che raddrizzarsi abolendo le forme alle quali si è abituato; ma quando una lunga serie di abusi e di usurpazioni, mirate invariabilmente allo stesso scopo mostra il progetto di ridurlo sotto un dispotismo assoluto, è suo diritto, è suo dovere rovesciare tale governo e procurare nuove salvaguardie per la sua futura sicurezza.

 

DISCLAIMER

Non so se il contenuto di questo articolo sia legale o meno, nel paese delle trecentomila leggi che si contraddicono tra loro e che vengono interpretate per gli amici e applicate per i nemici. Nel mio caso, non ritenendomi amico di nessun potente, non so se tra le trecentomila leggi contraddittorie che verrebbero applicate su di me ci sia qualche motivo per cui questo articolo sia illegale. Non me ne stupirei, visto che siamo il paese che blatera di tutelare la libertà di stampa e di pensiero. Come ben sanno sia Galileo che Giordano Bruno (ah, ma quella non era l’Italia comunista di oggi).  Non so neppure se è importante se questo articolo sia legale o meno d’altra parte potrei essere arrestato retroattivamente per avere i capelli neri, dopo che nel 2014 un pm prestato alla politica abbia fatto una legge che li rende illegali (retroattivamente). Ammesso che non ci sia già. O potrei essere arrestato per un crimine inesistente, mentre ero da un’ altra parte con 350 testimoni a favore che verrebbero tutti incriminati con me per falsa testimonianza. O potrei essere incriminato in anticipo per un crimine che commetterò nel futuro. Del resto, non ho alcun alibi né prove a discarico, né testimoni a favore per un caso simile. Chi lo sa.

Purtroppo questo articolo dice cose vere e le cose vere tendono a dare fastidio, quindi nel caso in cui il Signore Onnipotente dei Magistrati ritenesse che questo articolo violi un codicillo passato presente, futuro, immaginario che sia, può postare un commento con il codicillo in questione e provvederò a rimuovere il pezzo. Lasciando il codicillo. Se nel frattempo e prima che ciò accada, qualcuno pensa di divulgare questo pezzo, sappiate bene che da parte mia non violate alcun “copyright”.

Non sono però responsabile dell’ira funesta del Dio Magistrato su quanti di voi lo riposteranno.

 

 

 

Annunci
 
25 commenti

Pubblicato da su 3 agosto 2013 in cronaca, magistratura, politica

 

Tag: , , , , , , , , , ,

25 risposte a “2013 The italian Golpe

  1. Luca

    3 agosto 2013 at 11:05

    Complimenti per l’articolo. C’è da dire che, un modo migliore per ricompattare i delusi del centrodestra, la magistratura proprio non lo poteva trovare…

     
  2. libertyfighter

    3 agosto 2013 at 11:23

    Grazie. Certo hai ragione. Il centrodestra esce molto più forte da questa vicenda. Rischia di stravincere nuovamente, se solo trovano un leader credibile. Ma il problema non è chi vincerà le prossime elezioni, ma la sparizione di ogni garanzia di vita per il cittadino comune: alias la dissoluzione dello stato di diritto.
    Purtroppo.

     
    • Stefano Nobile

      6 agosto 2013 at 08:01

      concordo

       
  3. pierino60

    3 agosto 2013 at 13:41

    Alcune osservazioni:
    una è che nel mondo reale vedo un disinteresse generalizzato sulla questione, posso scommettere che tutto si risolverà con una manifestazione di un centinaio di persone che vivono esclusivamente di politica,
    I discorsi su guerre civili e colpi di stato mi sembrano poco realistici perchè basati sulla assoluta ignoranza di cosa abbia effettivamente fatto la magistratura.
    Per esempio, il fatto che Berlusconi fosse solo azionaista di Mediaset è assolutamente irrilevante dal punto di vista delle prove portate davanti al giudice.
    Se è ridicolo e insopportabile che la frode fiscale sia considerata un reato così grave, e punito cosi pesantemente, questo non significa che nel caso in questione non ci fossero prove documentali schiaccianti.
    Le sentenze che ho letto dicono che in base a prove documentali ( carte firmate dal SIlvio ) che SIlvio Berlusconi ha costituito delle società a lui intestate e da lui gestite, completamente estranee a Mediset, che comperavano diritti televisivi, e poi li rivendevano a prezzo maggiorato a Madiaset nescondendo in paradisi fiscali la differenza.

    Ma sopratutto se il governo berlusconi nel luglio 2011 alla ricerca di SOLDI non avesse appesantito esageratamente le sanzioni penali per i reati tributari non ci sarebbe stata la condana attuale.

    Da un sondaggio che ho letto oggi risulta che il centrodestra dopo la sentenza abbia PERSO il 2% di voti a favore dell’astensionismo.
    Non vedo tutto questo ricompattarsi degli indecisi.

     
  4. libertyfighter

    3 agosto 2013 at 14:22

    Sono d’accordo sull’aumento delle sanzioni penali per i reati tributari che è stata un suicidio. Anche meritato per certi versi in quanto se fai leggi liberticide e poi ci cadi implicato, te lo meriti. Sul sondaggio invece molto meno, sarà che io ne ho letti altri e che tutti sono fatti a cazzo, mi limito alla mia personale percezione. Il cdx è aumentato ed aumenterà ancora, a patto che a leader mettano qualcuno di serio. Probabile che se ci va Marina Berlusconi, stravincano. Per i prossimi tre anni, dopo partono i processi, ovviamente casuali e dovuti, per nulla politici eh, a Marina Berlusconi.

    Per quanto riguarda la sentenza, è chiaro che uno straccio di castello accusatorio lo si debba fare anche per condannare sul nulla. E pure per non condannare anche tutti gli altri azionisti mediaset. Dunque ci sono carte firmate dal Silvio che costituisce società. Ci credo.
    Società da lui gestite. Quando? Durante gli ultimi venti anni? Durante il verificarsi del reato? Ci credo molto meno. Era a Palazzo Chigi. O in un tribunale a difendersi da altri 345 processi e accuse. Società che compravano diritti televisivi, li rivendevano a Mediaset nascondendo in paradisi fiscali la differenza.

    Quindi Silvio, che si sa è particolarmente stupido, non solo si intesta le società di cui sopra, ma non nomina un fottuto AD per evitare di esporsi in prima persona in società nate apposta per occultare fondi neri. Lo fa mio nonno comunista (NOTA PER MAGISTRATI: non è vero mio nonno è innocente non aveva fondi esteri ed è pure morto), non lo fa lui, l’Artefice del Male sulla Terra, il Vicario di Satana nel mondo reale.

    Non contento, sapendo che c’è un processo su di lui in cui gli contestano che alcune società a lui intestate, dove lui firma gli atti, senza AD, fanno frode fiscale e spostano soldi sui paradisi fiscali, pensa bene di fare una legge che inasprisca questo reato e possa condannarlo al carcere. Senza ovviamente provvedere ad intestare società ad altri, a nominare Amministratori Delegati.

    Già che gli frega? Tanto è stupido.
    Dopodiché fa tutto questo per infrattarsi in paradisi fiscali quanto? Meno dell’ 1% delle tasse “dovute”, visto che mi pare confermato il fatto che trattasi di 3 milioni di Euro su 350 di tassazione “dovuta”. Dovuta tra virgolette ovviamente perché le Tasse sono un Furto.

    Pierino, la storia non sta in piedi e non sta in piedi nemmeno se oltre a due giudici e la cassazione ci mette la firma sotto pure Napolitano, il Papa, Obama, la Nato o la NSA.

    Pure per Trozsky c’erano prove provate, pure per Mandela, per Aung San Suu Kyi ci sono sicuramente pagine e pagine di relazioni, processi firme e contro firme che spiegano come sia colpevole.

    Ti dirò di più, e te lo dico PRIMA che accada. Anche la storia di Ruby non ha senso e quando lo condanneranno, perché lo condanneranno, vedrai che tireranno fuori una giustificazione raffazzonata e ridicola, che poi è quella del PM con tutti i testimoni processati.

    Infine. Il disinteresse generale. A parte che io tutto questo disinteresse non lo vedo visto che tutti quelli che l’han votato sono piuttosto nervosi e incazzati, (almeno quelli che ho contattato io), in ogni caso l’ho anticipato. Ho detto.

    In questi casi, un paese serio fa la guerra.

    Noi siamo un paese da operetta con gente talmente di bassa prospettiva intellettuale che se promulgano una legge per la fucilazione sommaria e per primo ammazzano il vicino di casa che sta loro sul cazzo, sono tutti contenti.
    Gente che il treno che gli arriva contro lo avverte prima col tatto che con gli altri sensi.
    Gente che dal 1993 ad oggi, e sono passati 20 anni, non ha ancora capito che i magistrati non sono “le fondamenta della democrazia”, ma un gruppo di Potere che Comanda al di sopra della politica e tranciando completamente quel fiebile irrisorio controllo che il cittadino aveva sui governanti tramite il voto.

     
    • pierino60

      3 agosto 2013 at 17:24

      1) per quanto poco possa contare la sentenza dice che i milioni di euro di tasse non pagate sono 27 non 3.
      2) l’opionie e l’incazzatura di chi già era convinto di votare berlusconi non ha nessuna rilevanza dal punto di vista della possibilità di guadagnare qualche voto, per guadagnare un voto devi convincere un individuo che sei in grado di fare qualcosa di concreto e che lo vuoi veramente, berlusconi dal 2008 al 2013 ha perso 7 milioni di voti, tutta gente che non crede più alla sincerità e alle capacità di Berlusconi,
      insomma chi pensa che Berlusconi è in incapace mezza sega contapalle non cambia certo idea per tutti i motivi di cui hai parlato tu.
      Tu pensi che se berlusconi si è fatto beccare a fregare i piccoli azionisti di Mediaset con il passaggio di milioni di euro dalle casse di Mediaset a quelle di società fittizie di sua proprietà è un coglione?
      Lo penso anchio, se ha lasciato tracce sufficenti a farsi beccare è un coglione.

       
  5. libertyfighter

    3 agosto 2013 at 17:40

    1) pure 27 su oltre 400 sono una cifra irrisoria e non credibile da far sparire all’estero. Se fai procedure di quel genere fai sparire almeno un 20-30% dei guadagni. Spesso vai sopra il 50%.

    2) Per guadagnare voti in un sistema a due (due e mezzo) è sufficiente che l’elettore abbia più paura degli altri che di te. Ragion per cui tutti i voti di coloro che credono che la magistratura sia pericolosa ivi compreso il sottoscritto, invece di astenersi, probabilmente alle prossime elezioni voteranno il Fantoccio del Cav. Personalmente voterei pure maga magò, se in questo momento mi dicesse di essere contro la magistratura. E invece ho sulla scheda due partiti che sono giustizialisti e schierati zerbino coi magistrati. Uno è un residuato bellico comunista, come aggravante.
    L’altro una massa informe di gente ognuno con la propria idea e senza alcuna coesione. E comunque con idee abbastanza, ma anzi direi tanto, comuniste.

     
  6. libertyfighter

    3 agosto 2013 at 17:45

    Aggiungo. Berlusca ha pure perso 7 milioni di voti, ma 10 li ha ancora. E intanto, questo è il motivo per cui è stato fatto fuori dalla giustizia. Se il popolo italiano fosse stato convinto che è PIU’ INCAPACE E CONTAPALLE degli altri, non lo avrebbe votato e nessun magistrato avrebbe dovuto fucilarlo. Dei 7 milioni che ha perso, non conti che gran parte si astiene, non ha cambiato idea e rifletterà sull’utilità di astenersi ancora. Poi dimentichi quanti voti ha perso il PD, che è in caduta libera e non si riprenderà mai, perché sono patetici.
    Infine, non credo che il M5S aumenti i suffragi, anzi. Quindi a nuove elezioni, al limite avrai PDL primo partito con una valanga di astensioni. Oppure diminuzione complessiva degli astenuti e voto al PDL, semplicemente perché é il meno peggio.

     
  7. pierino60

    3 agosto 2013 at 18:47

    Il 100% delle persone che parlano di complotti della magistratura sono già elettori inamovibili del centrodestra.

    Agli altri importano altre cose ben più gravi, sopratutto nel breve termine, quando per mantenere milioni di stronzi parassiti della politica sei strozzato dalle tasse pretendi che PRIMA si faccia qualcosa di REALE.

    Se poi pensi che non ci sia gente disposta ad appoggiare e votare i contapalle incapaci fatti un giro in sudamerica ne trverai parecchi di personaggi del genere.

    Chi non lo vota più lo fa perchè vuole impegni reali e credibili di riduzione della spsa e delle tasse, poi si trova i cretini come Brunetta che combattono valorosamente contro la vendita delle società statali e si incazza.

    Sente parlare di eliminazione dell’IMU fatta aumentando altre tasse e si incazza

    sente parlare di protezionismo e lavorando in un impresa che esporta si incazza

    Vede le azioni concrete dei politici di centrodestra e vede che non sono meno peggio di quelli di sinistra e si incazza

    Se la smettono di prendere per il culo gli elettori possono recuperare, i leader credibili e le campagne ideologiche ormai hanno grattato il fondo del barile.
    Il problema è che troppe persone si ricordano bene le stronzate fatte in 10 anni dai governi del silvio e per votare ancora quel branco di socialisti peronisti pretendono fatti concreti non seghe mentali.

    Poi informati anche sui risultati delle ultime elezioni, il PDL ha preso 8 milioni di voti non 10 alle ultime elezioni.

    Ultimo aspetto i paesi in cui si fanno rivolte di piazza per sostenere singoli politici in crisi di credibilità sono comuni nel africa sub sahariana e nel sudamerica, molto meo tra i pesi civili, nell’occidente civilizzato i politici passano e vengono sostituiti facilmente da altri politici, vedi per esempio Kohl o la Tatcher, nei paesi da barzelletta la politica è quella cosa ben descritta da H Mencken “l’adorazione degli asini nei confronti degli sciacalli”.

     
  8. libertyfighter

    3 agosto 2013 at 19:39

    “Agli altri importano altre cose ben più gravi, sopratutto nel breve termine, quando per mantenere milioni di stronzi parassiti della politica sei strozzato dalle tasse pretendi che PRIMA si faccia qualcosa di REALE.”

    Amico mio, non si può passare sopra la distruzione dello stato di diritto, neppure quando colpisce degli stronzi parassiti della politica e in special modo quando viene effettuata da altri stronzi parassiti che si cibano di nostre tasse. Lo Stato di Diritto è la BASE. Se non c’è la difesa della proprietà privata e della vita, come insegna Mises, non c’è la possibilità REALE di avere una economia decente.

    Secondo te, potendo incriminare e condannare chiunque senza alcun limite di arbitrio (perché questo dimostrano il processo Mediaset e Ruby oltreché il già più volte citato Calciopoli), come pretenderà di sistemare le cose economicamente il potere dominante (che per me è la magistratura, ma tu metti chi pensi egli sia), riducendosi le spese o spoliandoci di tutto????

    Amico mio tu sfondi una porta aperta quando mi parli di sprechi della politica, di tasse che strozzano e urgenti, primari bisogni dell’economia reale.
    Ma nulla si muoverà in questo verso chiudendo un occhio sulle violazioni allo stato di diritto.
    Dire “ci sono cose più urgenti da fare” che preoccuparsi di queste violazioni, è preludio di ulteriori violazioni, perché ci saranno sempre cose più urgenti, precisamente quelle che già dovevano essere fatte in occasione della prima violazione. Ma intanto sarà passato del tempo e le urgenze saranno aumentate. Perché preoccuparsi se la magistratura ha espropriato il negozio del commerciante X e se lo è rivenduto all’asta? Ci sono cose più importanti… E i soprusi si moltiplicheranno, e la crisi sarà sempre più intensa, e la popolazione sempre più pronta a ricevere soprusi. Perché in fondo chissenefrega, si pensi alla situazione economica.

    Se hai letto “La rivolta di Atlante” sai già di che ambienti parlo.

    In Italia abbiamo un milione di problemi. Per avere una società sana dovremmo avere:

    1) Certezza del diritto
    2) Protezione della proprietà privata
    3) Stato leggero e non invasivo

    Questi tre punti sono elencati in ordine di priorità.
    Il punto 3 è quello dove siamo sempre stati messi peggio.
    Il punto 2 è stato massacrato anche dal PDL negli ultimi anni.
    Il punto 1 già pericolante, è affondato definitivamente con la condanna di Berlusconi.

     
  9. libertyfighter

    3 agosto 2013 at 20:04

    “Chi non lo vota più lo fa perchè vuole impegni reali e credibili di riduzione della spsa e delle tasse, poi si trova i cretini come Brunetta che combattono valorosamente contro la vendita delle società statali e si incazza.

    Sente parlare di eliminazione dell’IMU fatta aumentando altre tasse e si incazza

    sente parlare di protezionismo e lavorando in un impresa che esporta si incazza

    Vede le azioni concrete dei politici di centrodestra e vede che non sono meno peggio di quelli di sinistra e si incazza

    Se la smettono di prendere per il culo gli elettori possono recuperare, i leader credibili e le campagne ideologiche ormai hanno grattato il fondo del barile.
    Il problema è che troppe persone si ricordano bene le stronzate fatte in 10 anni dai governi del silvio e per votare ancora quel branco di socialisti peronisti pretendono fatti concreti non seghe mentali.”

    E CAZZO SE SONO INCAZZATO !
    E perché vedere Tremorti a ministro delle finanze e Martino (colpa sua però) alla difesa??
    E sentirsi infilare per il culo “l’inversione dell’onere della prova” ?

    MA POI ti guardi intorno e dici, chi viene al posto di questo branco di peronisti?

    Il PD lo vedi, lo rigiri, lo analizzi e scopri che 3/4 dei suoi elementi non li prende neppure per il culo i suoi elettori.
    Glielo dice prima che lui ha orgasmi multipli alla parola “aumento di spesa”.
    Li guardi e te lo dicono in faccia che bisognerebbe controllare un pò di più la gente.
    Che la colpa è degli evasori.
    Dici c’è Matteo Renzi, che parla un pò meno da mentecatto. Ma per fortuna a segretario c’è Epifani che invece Falce e Martello l’ha tatuati sul culo. E ti immagini Renzi messo lì a capo del governo, e una maggioranza parlamentare composta da D’Alema, Epifani, Finocchiaro, Bindi, tutti che orgasmano per “aumento di spesa”. Tranne forse il solo Renzi.
    Utile.
    Quindi dici: VABBE’ scelgo un altro.

    Il M5S.
    Lo guardi, lo rigiri, lo analizzi.. e non trovi nulla. Vedi trasparenza che sa di nullità e caos. Idee alla rinfusa, la metà appartenenti all’universo “favole”, teorie economiche strampalate, Auritiani, Inflazionisti, Nazionalisti, Comunisti d’antan,gente che protesta, no-tav, acqua pubblica, cazzari d’ogni genere. Tanti entusiasti, ma senza idee sensate.
    Io personalmente ci ho provato, me lo sono letto il loro programma. Ma alle riforme economiche ho avuto un collasso e non c’è l’ho fatta.
    Quando poi vedi che la metà di loro era pronta (ed è pronta) ad allearsi con quelli del PD, capisci che non risolvi nulla.

    Allora dici VABBE’ scelgo un altro.
    E scopri che non ci sono “altri” credibili. Gli zerovirgola lasciamoli perdere.
    Allora pensi al “non voto”.
    Ma sai che tanto qualcuno ci andrà comunque. Nonostante il “non voto” sia il primo partito.
    E tanti non votanti quindi, se pungolati in maniera decente (tipo dall’eliminazione per mano giudiziaria dell’unico leader politico che a parole vuole abbassare le tasse IN FAVORE di quelli che a parole e in sostanza le vogliono aumentare), torneranno a votare il PDL.
    Se poi mettono Cicchitto a capo, è un altro discorso.

     
  10. libertyfighter

    3 agosto 2013 at 20:14

    “Ultimo aspetto i paesi in cui si fanno rivolte di piazza per sostenere singoli politici in crisi di credibilità sono comuni nel africa sub sahariana e nel sudamerica, molto meo tra i pesi civili, nell’occidente civilizzato i politici passano e vengono sostituiti facilmente da altri politici, vedi per esempio Kohl o la Tatcher, nei paesi da barzelletta la politica è quella cosa ben descritta da H Mencken “l’adorazione degli asini nei confronti degli sciacalli”.

    Qui non ti capisco. Nessuno sostiene Berlusconi in crisi di credibilità. Berlusconi la credibilità la mantiene per 8 milioni di italiani. Si sostiene casomai un leader politico privato dei diritti politici e condannato al carcere in una maniera che definire “opaca” è un eufemismo.
    Se elimini un leader politico con una sentenza, questa deve essere limpida, folgorante, lampante. Una cosa del genere è degna di paesi sudamericani o della cina maoista invece.

    Più in generale si sostiene un UOMO colpito da una violazione dello stato di diritto e incarcerato con una storiella da barzelletta.
    Prima ancora si sostenne (da questi lidi) un UOMO (sempre lo stesso) colpito da un’altra violazione del diritto e accusato senza prove e nonostante venti testimoni a favore di prostituzione minorile, oltreché i diritti civili dei testimoni e della presunta vittima della prostituzione minorile, RIFIUTANDOSI di passarci sopra perché quell’uomo era un politico.

    Ancor prima si urlò (sempre da questi lidi) di tutte le violazioni compiute allo stato di diritto durante il processo Calciopoli ai danni dei diversi imputati. Ma anche lì, siccome alcuni imputati erano antipatici, “c’erano cose più importanti da fare che sbraitare per questo”.

     
    • FP

      4 agosto 2013 at 12:32

      contrariamente a quanto afferma il testo di legge, molto chiaro e sibillino, la senteza Berlusconi afferma che qualsiasi persona, anche semplice socio di una societa’ deve andare in galera nel caso in cui siano presenti in contabilita’ fatture ritenute gonfiate ancorche’ non false e regolarmente pagate pur non avendo firmato alcuna dichiarazione…. fantastico! la cassazione uccide per sempre il principio della certezza del diritto affermando il principio incostituzionale secondo cui la casta autoreferenziale della magistratura non solo puo’ interpretare estensovamente il diritto penale (dove peraltro la legge va interpretata nella maniera piu’ favorevole al reo) ma puo’ addirittura creare un nuovo diritto contra legem, contra personam e contra iustitiam!
      la conseguenza e’ appunto, che mentre per il picconatore extracomunitario valgono mille scusanti, tutti gli italiani sono da oggi potenziali galeotti!
      se avessimo avuto un presidente come cossiga egli avrebbe convocato il csm con i carabinieri prima e dopo il verdetto pretendendo l’osservanza dei principi costituzionali.
      e’ possibile che nessuno del csm si azzardi a chiederne una convocazione d’urgenze o che nessuno denunci nelle sedi appropriate l’abuso di potere?

       
    • pierino60

      4 agosto 2013 at 19:28

      Quindi perdere il 50% dei voti alle elezioni non è una crisi di credibilità ?
      A me sembra un crollo colossale di consensi, ma forse io sono strano, con le parole e le promesse io mi pulisco il didietro io guardo le azioni e i risultati il resto è pura spazzatura.
      Ma si sa i militanri hanno problemi con la memoria, io ho sempre appoggiato con la mia firma i referndum radicali per la giustizia, i cialtroni contapalle per miopi calcoli opportunistici li hanno boicottati.
      http://archiviostorico.corriere.it/2000/maggio/11/Berlusconi_rinuncia_referendum_sui_magistrati_co_0_0005117710.shtml
      Perchè nei paesi civili e tra le persone serie le leggi si rispettano o si cambiano, i polli che si credono aquile fanno sempre una brutta fine.

       
      • libertyfighter

        5 agosto 2013 at 07:09

        E questo che c’entra con la perdita della certezza del diritto?

         
  11. pierino60

    5 agosto 2013 at 09:52

    IO do per scontato che un paese in cui NORMALMENTE il 75% degli immigrati incarcerati dalle forze dell’ordine risulta assolutamente estraneo a qualsiasi reato è un paese in cui la certezza del diritto, che dovrebbe essere basata sull’uguaglianza di tutti gli essere umani NON ESISTE.
    Chi dice gli immigrati la passano sempre liscia e i politici sono massacrati faccia un giretto nelle patrie galere, ci sono 20mila immigrati di cui almeno 12mila senza aver compiuto NESSUN REATO, ma solo in quanto irregolari.
    Se non sbaglio i sedicenti libertari dicono che i reati senza vittime sono un obbrobrio, ma evidentemente la convenienza del partito è più importante delle idee….
    E questo da molti anni, non difendo l’immigrazione ad ogni costo, tuttaltro, dico che un paese in cui dato che non si è in gradi di controllare decentemente la criminalità si butta la gente in galera senza motivo è un paese che fa schifo, accorgersene quando il marcio sale fino a raggiungere i pezzi grossi di qualche partito mi sembra in malafede.
    QUesto mi fa schifo, quando sono i comuni cittadini tutti zitti e buoni, quando è qualche disgraziato extracomunitario tutti forcaioli giustizialisti, quando è un politico tutti raffinati giuristi e garantisti, mi sembra solo banale ubbidienza alle opportunistiche esigenze di partito.
    Se quando hai qualche possibilità di cambiare le cose come nel caso che ho citato non lo fai per garantire qualche poltrona in più alle merdine con tessera di partito che ti circondano come ha fatto Berlusconi nel caso che ho citato stai contribuendo a demolire la certezza del diritto.
    Sei un cretino colluso con le cause del degrado.
    Incolpare la magistratura delle storture della giustizia italiana è stupido e dimostrazione di abissale ignoranza, La magistratura fa quello che vuole perchè il sistema di leggi e la struttura istituzionale lo permette tranquillamente.
    Chi è stato al governo almeno una decina di anni e ha messo al ministero della giustizia un esperto di POMPE come l’ingenier Castelli paga adesso la sua insipeinza.
    La condanna di Berlusconi è perfettamente coerente con le leggi italiane, se in un utopico stato idele non sarebbe successo il problema è che chi poteva cambiare le cose non l’ha fatto.
    QUindi la domanda era “cosa c’entra questo con lo stato di diritto”?
    la riposta è:
    Lo stato di diritto si costruisce con un corpo legislativo e una struttura istituzionale adeguata e le tue seghe filosofico politiche non servono a niente, serve al governo gente competente,motivata e anche ambiziosa, se ti circondi come ha fatto SIlvio di stronzi leccapiedi ignoranti e incompetenti non riuscirai a fare niente.
    Il vittimismo per cui le colpe sono sempre degli alleati, dei nemici, della sinistra , della stampa, e MAI delle scelte personali del Capo mi fa ridere.
    Nel caso della sentenza di Berlusconi ci sono prove del suo conivolgimento nella creazione del sistema di società estere, dal 1996.
    Prove del fatto che i soldi finissero in conti esteri a lui collegati.
    E poi chi dice che Berlusconi non metteva mano nella gestione Mediaset , mi sembra un babbeo, conosco suoi dipendenti e ti posso assicurare che ancora oggi controlla TUTTO.

     
    • fp

      5 agosto 2013 at 15:37

      caro pierino,
      1) sugli extracomunitari ti invito a fare un giro a Prato cosi’ capirai quale danno per la citta’ ha significato l’immigrazione cinese…
      l’immigrazione anzi l’invasione a cui siamo stati sottoposti e una specie di violazione della nostra proprieta’ collettiva.. ovviamente questo concetto non lo conoscono quelli che vogliono che a pagare, in tutti i sensi, sia sempre pantalone..
      2. se berlusconi aveva societa estere non lo condanno certo per questo: sono semmai stati i suoi soci a rimetterci, ma l’imputazione non era quella. per i reati contestati mi metto davvero a ridere
      3) infine i magistrati fanno il cazzi loro perche’ ormai hanno fatto lobby e nessuno puo’ rimuoverli: certo una riforma ci vorrebbe ma sarebbe efficace?

       
      • libertyfighter

        5 agosto 2013 at 16:10

        Han fatto lobby perché la guerra per il potere l’han vinta loro. Nel 1993. E adesso l’Italia non è neppure più una Democrazia Totalitaria e Socialista, ma una Magistratocrazia Tirannica.

         
  12. libertyfighter

    5 agosto 2013 at 16:08

    Sono d’accordo anche sulla gente in galera senza reato. Siano essi extracom o no, visto che io di gente incarcerata senza motivo ne conosco tanta, italiana. Italianissima. Quindi lo stato di diritto già non esiste. Ma se non esiste già perché dovrei prendere la decisione della cassazione come valevole più dell’espressione “Tifo Napoli?” . Se non esiste lo stato di diritto concordi con me che non ci sono “prove” che colleghino Berlusconi a nulla. “Prove”, “Testimoni”, e quant’altro hanno senso se esiste lo stato di diritto. Altrimenti vale il “Gennaro ha detto che Berlusconi vola, io gli credo e ti condanno per volo non autorizzato”.
    Non è mai successo che da un omicidio politico si sia evoluti verso uno stato in cui il diritto sia meglio tutelato di prima dell’omicidio politico stesso.

    La magistratura fa quello che vuole perché il sistema istituzionale e il sistema di leggi lo permettono.
    Sono d’accordo ANCHE su questo. Ora, partendo da questo DATO DI FATTO, ne discende un altro altrettanto evidente. La Magistratura ADESSO a prescindere da CHI HA CAUSATO IL FATTO, comanda e decide i destini italiani a piacimento. E lo fa incorporando un potere giudiziario completamente arbitrario e senza senso, come mi confermi tu quando mi parli di assenza di stato di diritto anche per i poveri (cosa di cui non ho mai dubitato, perché quando non hai lo stato di diritto per i ricchi, figurati cosa hai per i poveri).
    Potere giudiziario ARBITRARIO diretto, e potere LEGISLATIVO indiretto, potendo pilotare e ricattare qualunque esecutivo e perfino il presidente della repubblica.

    Quindi ripeto. Per il semplice fatto che Berlusconi si sia circondato da leccaculo, o per il fatto che abbia contribuito con leggi sbagliate a questa situazione, io dovrei essere felice se, camminando vigliaccamente e alla luce del sole sopra ogni concetto di diritto lo hanno estromesso dalla vita politica e condannato per frode fiscale?

    Si, potrei godere che stavolta hanno inculato un politico, ma sarebbe di corte vedute sperare che questo andazzo fosse applicato SOLO ai nemici politici e non sfruttato ad esempio quando mancheranno i soldi per pagare gli stipendi ai magistrati e si tratterà di espropriare la mia ricchezza privata.

    Invece non ho capito bene la tua posizione.
    Sei contento che Berlusca sia stato condannato e va bene.

    Ma sai, o almeno penso che tu sappia benissimo, che questa è una decisione politica e non di “giustizia”, Non di “diritto”. Sai che è equivalente al “confino” utilizzato dal fascismo per gli avversari politici, ma inciti gli altri a pensare a cose più importanti come se con il “confino” a disposizione si possa pensare di non finire in una guerra o una rivolta armata come già avvenne a suo tempo.

    Senza contare, che non vedo il motivo di gioire dell’assenza di SB dal panorama politico visto quello che resta. Ovvero, mi dici se vai a votare e chi voti, se resti in Italia oppure no?

    In altre parole: via Berlusconi che adesso finalmente a risollevare l’italia ci pensa ….

    Chi?

     
  13. libertyfighter

    5 agosto 2013 at 16:18

    Per farvi rendere conto di cosa si sta parlando, volendo prendere come buone le cifre fornite da pierino, sono 27 MEuro su circa 400 MEuro pagati.

    Quantitativamente è come se un giorno voi pagando la vostra IMU di 400 Euro, ne versaste 27 in meno e vi diano Frode Fiscale, 4 anni di carcere e perdita dei diritti politici.

    Con noi non lo faranno ovviamente. Alla gente comune solo reati civili, che possono essere estinti tramite espropriazione. Il carcere costa e i diritti politici di Pincopallo valgono meno di zero.

     
  14. Stato Ladro

    21 agosto 2013 at 23:09

    Secondo me non si può essere anti-statalisti e poi partecipare alle buffonate organizzate dallo stato, come le elezioni, e peggio ancora se si appoggia poi un tizio che è campato succhiando il nostro sangue per anni, e col nostro sangue camperà a lungo. Il fatto che sto parassita faccia da culo si collochi in un ideale “centrodestra” e tra le tante stronzate che dice ogni tanto vomita fuori un “abbasseremo le tasse e faremo misure per i piccoli imprenditori” non fa che aumentare lo schifo e il ribrezzo che un anti-statalista libertario dovrebbe provare per lui, che osa pronunciare certe frasi dalla sua posizione di parassita, e con quelle frasi non solo prende per il culo tutti coloro che di tasse e stato muoiono, ma riempie di merda parole come “libertà”.

    Non mi interessano le guerre intestine tra i parassiti, le guerre civile tra stronzi di merda, sono la feccia, magistrati e politici, compreso Berlusconi e quel sacco di letame del PdL.

     
  15. libertyfighter

    2 settembre 2013 at 15:13

    Stato Ladro. A me, di votare il Berlusca, anzi, di votare non mi frega nulla. Quando però noto che nello stato in cui sono costretto a vivere è possibile condannare per frode fiscale di 7 milioni di euro uno che ne versa svariate centinaia ogni anno, tutto questo senza prove e basandosi solo su supposizioni…
    Quando vedo che il condannato è pure uno dei pochi che si può permettere gli avvocati…..
    Quando poi vedo che è possibile sempre accusare lo stesso tizio di “pedofilia” con 30 testimoni contro e pure senza alcuna vittima dichiarata…..

    Beh, in quel caso non mi frega nulla di parteggiare per “tanto è uno stronzo, se pure aboliamo tutte le garanzie del cittadino contro la malagiustizia lo stiamo facendo per un giusto fine”.

    Non parteggio per l’arbitrio magistocratico, non parteggio per i processi farsa né quelli maoisti. Neppure se oggi lo applicassimo a Totò Riina.

    Quando ti inventi Reato, Reo e Condanna, sei pericoloso. Fotte un cazzo chi sia o di che pasta sia fatto il reo. Non rientra proprio nei miei piani analizzare la moralità o l’immoralità del finto reo.

    Viceversa chiudere entrambi gli occhi su abusi giudiziari spaventosi solo perché ti sta sul cazzo quello con cui se la stanno prendendo, mi pare un comportamento tanto, ma tanto tanto, miope.

     
    • Stato Ladro

      10 settembre 2013 at 18:26

      Che la magistratura si stia comportando di merda è un dato di fatto.

      Me ne fotte se Berlusconi va a puttane o non ci va, e me ne fotto anche se ha evaso quei 7 milioni.

      Dico che non serviva questo episiodo per notare che in Italia c’è un lieve difetto di libertà…e che rivolgere i riflettori su questi episodi distoglie gli occhi della gente dai veri problemi, è come Monti che mentre ti indica lo spread ti fotte il portafogli.

       
      • libertyfighter

        11 settembre 2013 at 19:18

        Non è purtroppo, un difetto di libertà quello di cui si sta parlando, ma di un difetto di “giustizia”. Ora, fino a che sei “in prigione”, ma sai che il carcere ha delle regole su cui puoi fare affidamento è un conto. Quando invece sei in prigione e le regole del carcere sono finte, interpretate o inesistenti, la differenza c’è. Quanta ce ne sta tra Regina Coeli ed Aushwitz.

        Lo stato di diritto è un prerequisito ESSENZIALE per poter sperare poi di lottare per le libertà economiche.

        Questo E’ un vero problema, e questo blog, di malagiustizia, ovvero di giustizia pilotata e magistrati mascalzoni ne ha parlato ben prima di adesso, gridandolo almeno dai tempi di Farsopoli. Ma lì faceva comodo e “bisogna pensare ai VERI problemi”. Ma quando lo Stato ti mostra che può massacrare giudiziariamente gente IMPORTANTE E FACOLTOSA, ti sta facendo capire cosa può fare a te che magari non sei né importante né facoltoso, se solo gli gira il piffero. Il fatto che abbiano fatto fuori prima Moggi e adesso la persona più importante e ricca d’Italia ti fa capire che come dice Martino, per un divieto di sosta potranno darmi l’ergastolo.

         

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: